Corso di recitazione teatrale e cinematografica per ragazzi

L’adolescenza è l’età del cambiamento, come la stessa etimologia della parola implica: “adolescere” significa in latino “crescere”. Tra l’infanzia e l’età adulta, l’adolescenza è un passaggio. La pubertà rappresenta, quindi, una fase di transizione: abbandonare le acque dolci dell’ infanzia per approdare nel turbolento oceano che l’adolescenza rappresenta. E’ in questo momento che diventa fondamentale stimolare la concentrazione, la disponibilità, l’ascolto, per favorire ed instaurare negli adolescenti un atteggiamento collaborativo di intesa e di comunicazione libera. Il teatro, o meglio ancora la recitazione, ha da sempre rappresentato un momento di crescita importantissimo, in quanto si pone come campo di esperienza pluridimensionale della persona e come luogo relazionale che facilita la spontaneità, la maggiore espressività, in altre parole l’autenticità. Il teatro, inoltre, promuove una maggiore libertà espressiva, lo sviluppo della fantasia e della creatività attraverso l’elaborazione di un un nuovo personaggio, di una nuova scena e di un nuovo copione, permette all’adolescente di utilizzare le sue capacità o di scoprire e orientare un suo talento, una sua predisposizione.

 

Quali sono le discipline affrontate nel corso di recitazione per ragazzi?

  • - Schema corporeo e coscienza di questo nello spazio
  • - Conosciamo noi stessi e gli altri
  • - Rapporto con il ritmo interno (respirazione) ed esterno (musica, silenzio)
  • - Rapporto tra corpo e parola
  • - Danza finalizzata al teatro
  • - Canto finalizzato al teatro
  • - Coscienza dei movimenti nello spazio: sul palcoscenico e nel contesto di una scena cinematografica
  • - Relazione drammaturgica sulla scena tra gli interpreti
  • - Coscienza del rappresentare
  • - Rapporto con il "personaggio"
  • - Elementi di storia del teatro classico, elisabettiano, contemporaneo
  • - Elaborazione di un copione dalla pagina stampata allo spazio agito della scena
  • - Elementi di drammaturgia dello spazio (palcoscenico – classico, antico, moderno, spazi non teatrali) Esercitazioni su pezzi di copioni di teatro e di cinema
  • - Improvvisazione libera
  • - Recitazione teatrale e cinematografica
  • - Impostazione della voce
  • - Dizione Articolazione, mordente, ginnastica facciale
  • - Il colore
  • - Il tono, il volume, il ritmo, il tempo, il sorriso P
  • - resenza scenica
  • - Costruzione di un percorso finalizzato alla messa in scena di un copione già esistente o da costruire con il gruppo
  • - Decodifica del personaggio
  • - Decodifica di un testo teatrale o cinematografico
  • - I mestieri del teatro e del cinema
  • - Letture ed analisi di copioni
  • - Come preparare un provino
  • - Visione, lettura e ricostruzione di scene di film famosi
  • - Il primo – la figura intera – l’azione la relazione con altri personaggi
  • - Differenze tra l’approccio alla lettura di un testo teatrale e la lettura di sceneggiatura
  • - La preparazione relativa alle "pose" previste come impegno per l’attore
  • - Tempi teatrali e tempi cinematografici
  • - Storia del teatro
  • - Messa in scena
  • - Che cos’è la dizione e la sua importanza